Alessia Pellegrini

Scrivere è il fine. Ma il mezzo? Differenze e potenzialità della scrittura a mano o al pc

Sotto la foto che ho messo su Facebook a proposito della tematica “Scrittura a mano o al pc” (se te la sei persa, puoi trovarla QUI), sono emerse delle posizioni contrastanti. 
Da una parte le buone vecchie carta e penna sono uscite vincitrici dalla lotta contro la troppo ticchettante tastiera. 
Il profumo di un quaderno nuovo, una pagina bianca e pronta ad accogliere i nostri pensieri e quei meravigliosi lapis con la gommina, penne e pennini colorati non possono certo essere sostituiti dagli asettici tasti del pc!

Eppure è emersa anche un’altra posizione, quella di chi trova più agevole e veloce comporre scrivendo testi al pc, al punto che ha ormai abbandonato -spesso a malincuore- la scrittura a mano. 

Meglio scrivere a mano o al computer? Vi dico la mia

Da parte mia, mi ritrovo in entrambe queste posizioni: da una parte considero rilassante e insostituibile il momento in cui impugno la mia penna e mi lascio trasportare dai pensieri; dall’altro trovo spesso troppo lungo e dispersivo scrivere a mano. 
Al pc è tutto molto più veloce, i pensieri si fissano subito, si possono correggere con facilità, ampliare, accorciare, ricopiare da un luogo all’altro e condividere alla velocità della luce (sì, ok, a parte i problemi di Wi-fi di chi, come me, vive sperduta nella campagna!). 

Nonostante ciò, non riesco a schierarmi totalmente a favore della scrittura al computer, veloce ed efficiente, sia essa a scopi lavorativi, oppure “compositivi”. 
Sia che ci troviamo a scrivere un articolo per il web per conto di terzi, sia che vogliamo comporre un racconto o un romanzo, scrivere al computer è indubbiamente più comodo. 
Se penso che, senza il pc, avrei dovuto scrivere tutta la mia tesi a mano (o con una macchina da scrivere), rischio di impazzire!!! Vi immaginate quanto tempo “perso” e quanti limiti alle potenzialità espressive?

Eppure eppure… Neanche la scrittura al pc è tutta rosa e fiori

Quindi, fatta eccezione per questo “contro” della scrittura a mano, ovvero la sua inevitabile lentezza rispetto alla scrittura su tastiera, voglio suggerirvi i 5 motivi per cui, secondo me, scrivere a mano non può ancora definirsi una pratica obsoleta, anzi!
Lapis e taccuini hanno ancora un ruolo in questa storia ed è tempo di rammentarlo. 

5 vantaggi della scrittura a mano rispetto alla scrittura al computer

1) Concentrazione

Scrivere al pc con una connessione a portata di mano è sempre un pericolo. Soprattutto quando si lavora con i Social Network o dobbiamo stare su Internet per lavoro, il rischio di distrazione è all’ordine del giorno.
Nella scrittura a mano ciò non succede. Certo, bisogna tenere il cellulare a debita distanza, ma almeno la pagina cartacea non ci apre banner pubblicitari e multimediali tentazioni!

2) Attenzione alla forma

Scrivere a mano rende il processo di composizione necessariamente più lento, ma questo ha anche i suoi vantaggi. È possibile infatti renderci meglio conto della lunghezza delle nostre frasi, evitando sintassi troppo complesse e inutilmente contorte. Ciò ci rimanda al terzo punto.

3) Capacità di sintesi

Quando si scrive al pc è facile dar vita a fiumi di parole, che una dopo l’altra straripano nel flusso frenetico della tastiera. Un vantaggio per chi deve scrivere un documento con molte parole, ma anche un difetto quando vogliamo essere sintetici.
Quindi, se il nostro forte non è la sintesi, optiamo per una prima stesura a mano del nostro testo e ricopiamola al pc in un secondo momento.

4) Visione d’insieme

Certo, l’opzione di “trova e sostituisci” su Word è molto comoda, ma se scriviamo a mano su fogli di carta è ancora più immediato passare da un punto all’altro, sottolineando con colori diversi per mettere in evidenza i punti che vogliamo ricordare.
Potremo così avere uno sguardo d’insieme su ciò che abbiamo scritto e ciò che vogliamo approfondire.

5) Correzione grammaticale

Spesso ho sentito persone chiedersi come si possano correggere i testi dai refusi in modo ottimale, senza lasciarsi sfuggire neanche una virgola.
Ho parlato delle mie tecniche di correzione grammaticale in questo post: 5 consigli utili per correggere i tuoi articoli

La tecnica che trovo più efficace, però, è la lettura su cartaceo, e non su pc. Quando componiamo a mano, facciamo molta più attenzione e la rilettura è più scrupolosa. La discontinuità della scrittura a mano libera permette di cogliere meglio anomalie ed errori, che invece rischiano di perdersi nell’uniformità della scrittura a pc.

E voi da che parte state?

Scrittura a mano o scrittura al pc? 


6 commenti

Marta · Marzo 17, 2018 alle 6:54 pm

Non ci avevo mai fatto caso, ma in effetti quando scrivo a mano faccio meno errori (soprattutto meno refusi)!
Chiaramente la scrittura a mano lascia più spazio alla riflessione, e proprio per questo la considero estremamente rilassante. Il semplice gesto di scrivere sulla carta ha un che di terapeutico.

Articolo molto interessante, e inutile dirlo: mi hai fatto venire voglia di prendere in mano la penna (che preferisco alla matita; dopo anni di appunti scolastici presi a matita tragicamente sfumati tra loro)!

NonPuòEssereVero · Aprile 19, 2018 alle 11:15 pm

La scrittura a mano a me piace da morire e poi ho notato che mentre al pc mi capita di fare errori di battitura, scrivendo a mano non faccio errori di distrazione. Non so se è un caso!

    Alessia Pellegrini · Aprile 20, 2018 alle 11:19 am

    Anche a me succede! Al pc è tutto più veloce e comodo ma, a volte, anche più caotico. Inoltre l’atto di scrivere a mano è qualcosa di molto più “intimo”, richiede calma e tempo a disposizione. Direi che questo è un’altro bel vantaggio della scrittura a mano!

Giuseppe Spano Museologo · Gennaio 14, 2021 alle 6:32 pm

La scrittura manuale e quella al pc, seppure sempre di scrittura si tratti, non sono confrontabili. È come voler confrontare una macchina da rally e una da f1: sono entrambe automobili ma non sono paragonabili. Per quanto mi riguarda, sono due strumenti diversi che presentano architetture compositive diverse e scopi diversi. Ci sono poi alcune considerazioni tecniche come il fatto che dieci pagine A4 scritte a mano equivalgono a circa 4/5 pagine A4 a stampa (usando un font 12pt, interlinea 1,5 margini 2,0-2,5… etc. etc.), che la scrittura a mano lascia una “traccia” nella costruzione dello scritto (la passione dei filologi 🙂 ) mentre al pc i passaggi intermedi alla fine si perdono (a meno che uno non faccia come me che quando arrivo a una variante significativa, per non perdere la “costruzione” vado di Salva Con Nome… ma, come direbbe un filologo: le lezioni aumentano!!!)che il contatto con la carta e la penna hanno un fascino romantico legato all’atto creativo e così via. Certo la velocità della mano che impugna la penna ( o la matita…) mentre verga la carta forse permette un maggior tempo di riflessione mentre la tastiera (o meglio il passaggio Cervello-mano/dita-tastiera/schermo) è più rapida… Però, per quanto mi riguarda, il mio flusso di pensiero si trasferisce meglio sulla tastiera mentre con la penna a volte mi capita di “perdere” il pensiero. In entrambi i casi però ho notato che ciò che penso si trasforma nel passaggio dall’idea immateriale allo scritto (qualunque). In conclusione credo che ognuno usa lo “strumento” con cui si “accorda” meglio… Io li uso indifferentemente. Un saluto

Diana · Febbraio 22, 2021 alle 5:18 pm

Più di tutto, scrivo poesie. Comincio quasi sempre a scrivere a mano ma ad un certo punto, quando mi trovo dentro la poesia vado sul computer per finire di scriverla. Quando ho scritto il mio primo romanzo, è successo così ma oggigiorno se scrivo racconti di solito li scrivo al computer.

    admin · Febbraio 23, 2021 alle 8:52 pm

    A volte il processo creativo è favorito dalla scrittura a mano, ma ci sono tanti fattori diversi da considerare. Ognuno può trovare la modalità più giusta per sé e variare all’occorrenza. Le bozze dei miei racconti in “Limina”, ad esempio, sono nate tutte su carta e penna. 🙂 Grazie di aver lasciato una traccia del tuo passaggio, Diana!

Rispondi a Diana Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *